Confermando quanto già affermato dalla sentenza n° 6875 del 2015 e n° 2466 del 2016 anche di recente la Corte di Cassazione è tornata sul punto della perdita di ogni diritto per la donna, indipendentemente dal fatto che poi la convivenza con un altro partner prosegua o meno, rimanendo a questo punto indifferente la mancanza di mezzi adeguati di sostentamento.

Sostituzione di persona e falso è il reato attribuito ad un soggetto che per continuare una relazione extraconiugale con la nuova fidanzata, l’aveva tratta in inganno in modo estremamente scorretto, promettendole di sposarla, recandosi ai corsi prematrimoniali ed esibendo false sentenze

Il fenomeno estremamente ricorrente, di matrimoni fittizi, stipulati da giovani donne con soggetti estremamente anziani, talvolta dementi, per accedere alla successiva pensione di reversibilità era divenuto talmente diffuso, da costringere il Governo ad emettere il Decreto legge n° 98/2011 finalizzato ad evitare frodi alla collettività.
La Corte Costituzionale tuttavia con la sentenza n° 174 del 15/06/2016 ne ha dichiarato l’illegittimità.

Il 7 Luglio il TAR Lazio con la sentenza n. 7813, interpretando la legge sulla negoziazione assistita (n. 132/14) ha escluso, contrariamente a quanto sostenuto dal Ministero dell’Interno, che i coniugi possano ricorrere alla procedura semplificata avanti all’Ufficiale dello Stato Civile, ove nell’accordo sia previsto un assegno di mantenimento o un assegno divorzile.§

Pubblicazioni Avv. Maurizio Bruno

  • 001.jpg
  • 002.jpg
  • 003.jpg
  • 004.jpg
  • 005.jpg
  • 006.jpg
  • 007.jpg
  • 008.jpg
  • 009.jpg
  • 010.jpg
  • 011.jpg
  • 012.jpg
  • 013.jpg

Abbiamo aggiornato la nostra Privacy e Cookie Policy. Se vuoi saperne di più, o se vuoi modificare il tuo consenso clicca su "Maggiori informazioni". Cliccando su "Accetto" all'utilizzo dei cookie impiegati dal nostro sito. Maggiori informazioni